Edizione di lunedì 24 luglio 2017 | Chi Siamo - Autori - Redazione - Contatti - Note legali

Boeing, taxi spaziale: sarà pronto per il 2018 per ritardi con il progetto

Il taxi spaziale progettato per raggiungere la stazione spaziale internazionale non sarà più pronto nel 2017 com’era prospettato, ma solo nel 2018. Il ritardo è per via di un difetto di progetto che porta il mezzo a rinunciare alla cupola. Il lancio di prova sarà previsto nel giugno 2018

Boeing, taxi spaziale: sarà pronto per il 2018 per ritardi con il progetto

Non sarà possibile trasportare astronauti a bordo della stazione spaziale internazionale prima di dicembre 2018. Sono le ultime notizie sul Boeing Cs-100 Starliner, come riportato dall’agenzia “Aviation Week”. Secondo il tabloid, infatti, ci sarebbe un nuovo ritardo nei progetti del Boeing: le ultime notizie davano pronto il Boeing per partire entro il 2017, avviando il servizio di trasporto verso la Iss. Tuttavia, la data è stata spostata al 2018. Questo è l’ennesimo ritardo per il progetto di “taxi spaziale” che permetterà di eliminare la dipendenza della Nasa dai razzi russi, impiegati sempre per gli stessi scopi. Questo nuovo ritardo sembrerebbe dipende da un difetto progettuale, che avrebbe costretto lo stesso mezzo di trasporto a rinunciare ad uno degli elementi principali e strutturali del razzo (sarebbe la cupola che compone il guscio del modulo dell’equipaggio), unito al problema di realizzazione di complessi componenti della navicella. Tuttavia, il team che lavora al progetto Boeing, sembra aver già trovato soluzioni alternative.

Il test (con equipaggio) ad agosto 2018
Sebbene i risoluti progettisti del Boeing abbiano già intrapreso nuove scelte per la costruzione, ci sarebbero diversi imprevisti che, come confermato da John Mulholland, program manager di Starliner, hanno costretto a due ulteriori mesi di ritardo rispetto al road-map originale. Difatti, ora, il test di volo orbitale senza il pilota, previsto per dicembre 2017, è stato fissato per giugno 2018; i primi test con equipaggio verranno effettuati in agosto 2018 con lancio previsto per dicembre dello stesso anno in cui il Boeing sarà finalmente operativo. Certi ritardi, tuttavia, non hanno colto impreparata la Nasa, che aveva già previsto come il servizio di trasporto potesse avere un ritardo. La stessa ente aerospaziale statunitense aveva già commissionato sia a Boeing, sia a Space X, compagnie private, la realizzazione di “taxi spaziali” ma ora sembra sarà necessario attendere anche un paio d’anni per i voli spaziali, con equipaggio, dello Starliner.

Lascia un commento