Edizione di martedì 19 settembre 2017 | Chi Siamo - Autori - Redazione - Contatti - Note legali

Slot machine, i numeri del fenomeno italiano

Contrastate, disprezzate, limitate ma sempre in cima alle preferenze degli italiani. Le slot machine hanno vissuto un 2016 da urlo, confermando quanto di positivo avevano mostrato nelle annate precedenti. Con lo sviluppo del mercato dell’azzardo, immaginare a un cambio di tendenza nel prossimo futuro è davvero difficile. Come dimostra l’introduzione di nuove tecnologie nel settore, con l’apertura di nuovi scenari.

slot machine fenomeno italianoL’industria del gioco d’azzardo ha prodotto un volume di gioco da 95 miliardi di euro nel 2016, superando di 7 miliardi il livello raggiunto l’anno precedente, come emerge dai dati definitivi relativi all’anno 2016. Alla faccia della crisi, l’importo delle scommesse continua ad aumentare, e con esso gli introiti delle case da gioco. Gli italiani hanno perso in media 372 euro per il gambling, la maggior parte dei quali a causa delle slot machine. Le macchinette infatti costituiscono il 51% della quota complessiva, toccando 49 miliardi di euro. Soltanto otto anni prima l’intero volume di gioco del settore non superava i 47 miliardi di euro. Insomma, è stato impiegato più denaro nel 2016 per slot e videolottery che nel 2008 per tutte le specialità del gambling, macchinette comprese. Un’impennata che non si fermerà, come conferma il primo trimestre del 2017: i quattro casinò terrestri italiani hanno incassato 71,7 milioni di euro, di cui il 63% deriva dalle slot machine. Una sentenza nei confronti delle altre specialità, costrette a inseguire a lunghissima distanza.

Se quanto preso in considerazione finora si riferisce soprattutto al settore live, non bisogna sottovalutare la crescita dell’online. La rete ha finito di essere ostracizzata dallo Stato, che ha intuito di poter tutelare meglio i cittadini (ricavando introiti non da poco) controllando i gestori di scommesse online. Dal momento della legalizzazione del gioco su internet, avvenuta nell’estate 2011, sono stati fatti passi da gigante. Nel 2016 il settore ha festeggiato la quota un miliardo di euro di volume di gioco, mai toccata fino a quel momento. A trascinare la crescita i casinò games, con una raccolta di 439 milioni di euro (+39% registrato sul 2015). E chi domina i giochi da casinò? Ovviamente le slot machine, che valgono due terzi della torta (erano al 63% un anno prima). Tutte le altre specialità, a cominciare dalla roulette online, non arrivano a costituire la metà del volume di gioco.

Le motivazioni del successo delle slot machine online possono essere ricercate nella struttura del gioco, ma anche nel suo impatto emotivo nei confronti dell’utente. Intanto le slot online sono spesso accompagnate da bonus di benvenuto invitanti, che consentono al giocatore di iniziare la propria esperienza con qualche spicciolo in più da giocarsi. Fattori determinanti sono però la rapidità di esecuzione e grafica da urlo. Obiettivo delle case da gioco è portare il cliente a immedesimarsi nella storia della propria slot, tanto da perdere il contatto con la realtà. Le macchinette consentono di disputare tante sessioni (e quindi puntare tanto denaro, poco alla volta) in un lasso di tempo limitato, molto più rispetto a giochi come il poker. A questo scopo i migliori siti di gambling consentono di giocare alle slot senza bisogno di scaricare un software, riducendo i tempi d’attesa. Con un’efficienza degna delle migliori sale di Las Vegas. In un mondo che sta facendo della tecnologia il proprio pane quotidiano, internet è il casinò del futuro. I giocatori sembrano averlo intuito, i gestori lo sanno già da tempo.

Lascia un commento